Sun Nov 13 15:36:29 CET 2016
“Perdere la testa. Abiezione, conflitto estetico e critica psicoanalitica ”, Giuseppe Civitarese. Editrice Clinamen, 2012, pp. 137. Psychora
I cyborg sognano? Visioni del post-umano ne "Il cacciatore di sogni" di Shinya Tsukamoto Il cacciatore di sogni “Il mio interesse per gli incubi riguarda il tempo della mia infanzia. La cosa più orribile per me era addormentarmi, perché subito precipitavo in sogni che mi facevano paura": nel girare Nightmare Detective (Akumu Tantei, 2006), come spiega egli stesso in un’intervista (Rombi, 2006), Shinya Tsukamoto si è ispirato agli spettri che lo tormentavano da bambino. Non stupisce che sia diventato uno dei registi più capaci di raffigurare il mondo onirico e che abbia eletto a suoi maestri Cronenberg e Lynch. Anche se non conosciutissimo dal grande pubblico, Tsukamoto è uno degli autori di maggior talento del cinema giapponese contemporaneo, ed è stato già consacrato da numerosi premi tra cui, per Snake of June (2002), quello speciale della giuria al festival di Venezia...
Image downloaded from :
http://www.psychora.com/article/-perdere-la-testa-abiezione-conflitto-estetico-e-critica-psicoanalitica-giuseppe-civitarese-editrice-clinamen-2012-pp-137-455.htm